BCLT - Centro Britannico per le Traduzioni Letterarie

British Council Literature Department (Il Dipartimento di Letteratura del British Council)

Il Dipartimento di Letteratura del British Council promuove a livello internazionale la letteratura britannica e del Commonwealth, collaborando con gli uffici del British Council all'estero e con altri enti quali università, case editrici e istituti d'arte.
Le traduzioni rappresentano una priorità nel lavoro del Dipartimento, sia nella pratica sia quale argomento per le comunicazioni interculturali. La traduzione di opere letterarie da e in inglese è uno dei modi più diretti e proficui per incoraggiare la comprensione e l'apprezzamento delle altre culture. Ciò favorisce l'obiettivo del Dipartimento di dare impulso alla letteratura inglese, oltre a promuovere la traduzione quale espressione d'arte vera e propria. Il Dipartimento di Letteratura mira a facilitare il dialogo fra gli scrittori britannici e quelli di altri paesi, nonché ad aumentare la conoscenza della letteratura internazionale all'interno del Regno Unito.


Cos'è il BCLT?
Il British Centre for Literary Translation (Il Centro Britannico per le Traduzioni Letterarie) è stato fondato nel 1989 presso l'Università della East Anglia a Norwich dallo scrittore tedesco W. G. Sebald. Il BCLT è sovvenzionato dal Dipartimento di Letteratura dell'Arts Council of England e dalla Commissione Europea quale Centro Britannico di Traduzioni Letterarie.
Lo scopo del Centro è quello di promuovere le traduzioni letterarie e i rispettivi traduttori: esso mette a disposizione ogni anno 24 posti per stage di traduzione della durata di un mese, sovvenzionati dall'Unione Europea. Il BCLT offre anche una Borsa di Studio della Charles Wallace Foundation, la quale permette ai traduttori provenienti dall'India di lavorare al BCLT. Tali agevolazioni comprendono il costo del viaggio, vitto e alloggio, oltre ad una piccola diaria. Il Centro organizza seminari, conferenze ed altre attività in tutto il Regno Unito, il più delle volte in collaborazione con altre organizzazioni interessate a creare posti per assistenti di letteratura in traduzione inglese. Il BCLT può contare su sovvenzioni esterne ed è alla continua ricerca di fondi da destinare ad altri stage formativi, soprattutto per i traduttori extraeuropei.

Cosa ha fatto di recente il BCLT?
Nel gennaio 1999, il BCLT ha ospitato il Simposio 2000 sulla Traduzione Letteraria e la Cultura, organizzato dalla rete ITI Aiane - il Traduttore come Lettore e Scrittore. A marzo ha pubblicato a Norwich un romanzo di Iorgis Iatromannolakis, tradotto da David Connolly (Dedalus). A Oxford ha organizzato un seminario di una giornata con l'ente Translation Research, al quale hanno partecipato John Rutherford, Aline Schulman e Barber van de Pol, rispettivamente traduttori in inglese, francese e olandese delle nuove traduzioni del Don Chisciotte.
Ad aprile e giugno, in collaborazione con l'Ente dei Traduttori Spagnoli, ha organizzato per il British Council seminari a Norwich e Valencia, dedicati rispettivamente alle Strategie Professionali per la Pubblicazione di Opere Letterarie Spagnole e Inglesi Tradotte. Tali eventi hanno visto la presentazione della traduzione del Saladino di Tariq Ali, effettuata da Ana Herrera, e della traduzione de La Donna Solitaria di Bernardo Atxaga, fatta da Margaret Jull Costa. Durante la manifestazione, sono stati organizzati a Norwich gruppi di lavoro e seminari di ricerca della durata di una settimana.